MEDICINA LEGALE
(vedi anche forensic medicine, medicina del lavoro, igiene e sanità pubblica e risorse per navigatori italiani)

Sommario :


  • Attività del medico legale 
  • Principali professioni sanitarie 
  • Argomenti di deontologia medica 
  • Responsabilità professionale medica 
  • Medicina legale in materia penale 
  • Medicina legale in materia civile 
  • Lesività medico-legale 
  • Tossicologia forense 
  • Tanatologia 
  • Ematologia forense 
  • Identificazione del vivente e del cadavere 
  • Sperimentazione sull'uomo 
  • Sperimentazione sugli animali 
  • Trasfusioni di sangue 
  • Eutanasia
  • Principali disposizioni legislative in tema di trapianto di organo 
  • Protezione sociale
  • Leggi italiane
  • Codice di deontologia medica (CDM)

  • Centri medico-legali :

    Attività del medico legale Qualifiche professionali : Argomenti di deontologia medica : Responsabilità professionale medica : errata applicazione delle regole della tecnica medico-chirurgica, compiuta dal medico nell'attività diagnostica o terapeutica da cui derivi danno al paziente. Alcune condotte disdicevoli non provocano danno e non sono perseguibili se rimediate da altri, se difficilmente recuperabili.
    Cenni storici : codice di Hammurabi ("legge del taglione"), Zacchia (De medicorum errores a lege punibilubus), Corte di Cassazione di Napoli (1871) e Roma (1886 : medici che fecero TSO a giovane che corteggiava moglie di signorotto risposero solo di danni civili) Associazione Medici Accusati di Malpractice Ingiustamente (AMAMI)

    Sistema dei fenomeni giuridici :

    Magistratura :
  • Medicina legale in materia penale (cfr. codice penale (c.p.) e codice di procedura penale (c.p.c))
  • Criminologia e difesa sociale : Medicina legale in materia civile (codice civile (c.c.) e codice di procedura civile (c.p.c.)) : Lesività medico-legale : Tossicologia forense : Tanatologia Sperimentazione sull'uomo : Sperimentazione su animali : Trasfusioni di sangue : Principali disposizioni legislative in tema di trapianto di organo : la carenza di organi disponibili per il trapianto di fronte alla crescente richiesta ha prodotto un traffico di organi, prelevati da cadaveri giacenti negli Ospedali e nelle sale mortuarie, per essere venduti al mercato clandestino. Peggio ancora, bambini e soggetti giovani e sani vengono uccisi allo scopo di prelevare reni, cuore, cornee e altri organi per rifornire l'inesauribile bisogno di organi tramite il racket internazionale. Eutanasia : Protezione sociale : Leggi e codice di deontologia medica
    Le malattie croniche e invalidanti che danno diritto all'esenzione dalla partecipazione al costo delle prestazioni sanitarie correlate sono individuate dal decreto 28 maggio 1999, n. 329, entrato in vigore il 10 ottobre 1999, successivamente modificato dal decreto di aggiornamento (d.m. 21 maggio 2001, n. 296) e dal regolamento delle malattie rare (d.m. 18 maggio 2001, n. 279). Il codice di esenzione si compone di un numero progressivo e del codice ICD9-CM della malattia (Classificazione Internazionale delle malattie, edizione 1997). L'esenzione deve essere richiesta all'Azienda USL di residenza, presentando un certificato medico che attesti la presenza di una o più malattie incluse nel d.m. 28 maggio 1999, n. 329 e successive modifiche : Il certificato deve essere rilasciato da un presidio ospedaliero o ambulatoriale pubblico. Sono validi ai fini del riconoscimento dell'esenzione anche: 2. L'Azienda USL rilascia, nel rispetto della tutela dei dati personali, un attestato che riporta la definizione della malattia con il relativo codice identificativo e le prestazioni fruibili in esenzione secondo il d.m. 28 maggio 1999, n. 329 e successive modifiche.
    3. Coloro che sono già esenti per le seguenti malattie: Angioedema ereditario, Dermatomiosite, Pemfigo e pemfigoidi, Anemie congenite, Fenilchetonuria ed errori congeniti del metabolismo, Miopatie congenite, Malattia di Hansen, Sindrome di Turner, Spasticità da cerebropatia, Retinite pigmentosa hanno diritto all’esenzione ai sensi del regolamento sulle malattie rare ( 18 maggio 2001 n.279 ) che prevede per queste condizioni una più ampia tutela.
    4. Per ottenere informazioni utili sul nuovo sistema di esenzione e sulla documentazione clinica idonea da presentare alla propria Azienda USL, è opportuno che l’assistito si rivolga al proprio medico di famiglia o al pediatra di libera scelta che saprà informarlo e indirizzarlo correttamente.
    Risorse Internet : Bibliografia :
    Copyright © 2001-2014 Daniele Focosi. All rights reserved Terms of use  | Legal notices
    About this site  |  Site map  |  AcknowledgementsCurrent link partners
     Abbreviations and acronyms  |  Medical terminology  |  Add a link  |  Translate   |  Softwares Cite this page!


    This website subscribes to the HONcode principles of the HON Foundation. Click to verify.
    Search 
    Search 
    for 
    Search Medical Dictionary 
    for